CENTRO STUDI VIGNOLA

Associazione Culturale
Anche noi del Centro Studi, ogni anno organizziamo il nostro sogno che è la nostra festa
Il Presidente del Centro Studi Vignola

    Storia della Festa dei Ciliegi in Fiore 1991 - 2009

Massimo Toschi Presidente Centro Studi Vignola - Presentazione 2009 - 40^ Festa
Sommario 2009


Massimo Toschi Presidente Centro Studi Vignola - Presentazione 2008 - 39^ Festa
Sommario 2008


Massimo Toschi Presidente Centro Studi Vignola - Presentazione 2007 - 38^ Festa
Sommario 2007


Massimo Toschi Presidente Centro Studi Vignola - Presentazione 2006 - 37^ Festa
Sommario 2006


Massimo Toschi Presidente Centro Studi Vignola - Presentazione 2005 - 36^ Festa
Sommario 2005


Massimo Toschi Presidente Centro Studi Vignola - Presentazione 2004 - 35^ Festa
Sommario 2004


Massimo Toschi Presidente Centro Studi Vignola - Presentazione 2003 - 34^ Festa
Sommario 2004


Massimo Toschi Presidente Centro Studi Vignola - Presentazione 2002 - 33^ Festa
Sommario 2004


Massimo Toschi Presidente Centro Studi Vignola - Presentazione 2001 - 32^ Festa
Sommario 2004


Massimo Toschi Presidente Centro Studi Vignola - Presentazione 2000 - 31^ Festa
Sommario 2000

Estratto dal libro della 31° Festa dei Ciliegi in Fiore - 34 anni di sodalizio
Giorgio Cevenini, Presidente del Centro Studi dal 1966 al 1990.

In occasione del trentesimo anniversario della Festa dei Ciliegi in Fiore, istituita dal nostro Centro Studi Vignola nell'ormai lontano 1970, sono stato gentilmente invitato dall'attuale Presidente e mio giovane successore, dott. Massimo Toschi, a tracciare la storia e rievocare le vicende del sodalizio che io fondai nel 1966 e del quale sono stato protagonista. Dopo incertezze e ripensamenti, decisi di cercare di realizzare il compito che formalmente mi era stato richiesto, ripromettendomi di fare, modesta­ mente e senza un ordine cronologico, una sorta di anamnesi riferita alle origini del Centro, agli avvenimenti, alle iniziative principali e più efficaci che sono state realizzate e che lo hanno qualificato caratterizzandolo nel corso di tutti questi anni. In relazione al concetto, in me ben radicato, secondo il quale ogni cittadino dovrebbe dare qual­cosa alla società, interessandosi della cosa pub­blica, da lungo tempo coltivavo l'idea di dar vita ad una associazione con scopi socio-culturali, la quale, cercando di fare sempre meglio conoscere e valorizzare i prodotti e le peculiarità della nostra terra, potesse dare un aiuto a chi si fosse tro­ vato ad affrontare un cammino di sviluppo intrapreso e portare così tanti concittadini ad essere compartecipi del divenire di Vignola e del suo comprensorio. Poiché in quei tempi si era soliti trascorrere qualche ora insieme ad amici parlando, discutendo, considerando fatti ed avvenimenti che potevano avere un legame ed interessare le questioni sociali, politiche, economiche e culturali della nostra zona, nel corso di uno di questi incontri si convenne di considerare se fosse venuto il momento di concretizzare la mia iniziativa. Dopo sondaggi e ponderate riflessioni, nel marzo dell'anno successivo, il 1966, io e un gruppo di amici, eterogenei per età, studi, professione, ceto ed anche ideologia politica, ma che condividevano gli stessi miei principi socio-culturali, decidemmo di fondare legalmente quel sodalizio che io proponevo e così, con entusiasmo e molte speranze, nacque il Centro Studi Vignola. Trascrivo i nominativi dei presenti davanti al notaio Pier Antonio Sereni l'anno 1966, il giorno 4 del mese di marzo alle ore 21 : Cevenini Giorgio, Tiezzi Paolo, Gollini Franca, Cariani Giorgio, Selmi Luigi, Baldini Leopoldo, Magnaldi Angela, Grandi Italo, Ferrarini Mau­rizio , Orlandi Rinaldo, Pini Battista, Seghedoni Nildo, Del Carlo Massimo, Mercaldo Italo. All'unanimità venne poi nominato il I Consiglio di Amministrazione, che risultava così costituito: Cevenini Giorgio, Presidente; Cariani Giorgio, Consigliere; Del Carlo Massimo, Consigliere. Se ripenso al lungo cammino percorso, ai lunghi anni di rodaggio di una associazione di provincia che ha sempre avuto a disposizione pochi mezzi e alla quale una smilza compagnia ha prestato al­ ternativamente e volontariamente la sua opera, mi viene anche da ricordare che fin dall'inizio abbiamo dovuto affrontare difficoltà e contrasti che provenivano da più parti. Siamo spesso scesi in campo contro avversari che si rendevano come invisibili ma, agguerriti e potenti, cercavano in ogni modo e con vari mezzi di ostacolarci, facendo chiaramente trasparire l'intenzione di smorzare il nostro entusiasmo iniziale, mettendo a dura prova la costanza che veniva dal nostro convincimento di essere nel giusto. Per di più, parecchi concittadini, alcuni temendo di esporsi, altri per una sorta di apatia e disinteresse, sono sempre stati restii a considerare o a impegnarsi in iniziative sociali, culturali e folcloristiche, anche se, come le nostre, totalmente svincolate dalla logica e dall'influenza dei partiti, salvo poi guardarle con riserbata attenzione e, in qualche caso, arrivare ad un timido e tardivo apprezzamento. Per questi motivi si facevano sempre più inspiegabili , per la nostra mentalità, le manifestazioni, un certo modo di pensare, il comportamento da parte di taluni; e quindi, anche con la migliore disposizione e buona volontà, era più problematico un giudizio, particolarmente se riferito alla opportunità che, con la coscienza, l'elevazione e la libertà di cultura, si potesse raggiungere una efficace evoluzione, la piena coscienza di un impegno civile e sociale. Così, per verità assiomatica avremmo potuto essere in grado di dare una costruttiva e sincera collaborazione a reggere la cosa pubblica, senza lasciare sempre tutto all'arbitrio e alla lottizzazione dei partiti che giustamente noi poi critichiamo. Non è stato facile far capire l'assoluta mancanza di nostri vantaggi personali e nel contempo destare qualche interesse per questi concetti, prima di tutto per una diffusa indifferenza e noncuranza sulle questioni sociali. Le difficoltà incontrate non sono riuscite ad impedire che, con perseverante attività, alla quale crediamo di aver dato il profilo giusto, impostandola in modo da poterne dimostrare la validità, si raggiungessero traguardi e successi superiori alle più rosee previsioni. Come mi sono ripromesso, vorrei fare la cronaca degli avvenimenti ed elencare quelle che, nei miei ricordi, sono state le principali iniziative realizzate , ma mi corre innanzitutto l'obbligo di non dimenticare e far risaltare con il ricordo, l'impegno, la passione dei miei più stretti collaboratori e citare per primi, pur con grande tristezza, coloro che sono, anche immaturamente, scomparsi. Forse solo i giovanissimi non ricordano il dott. Luigi Selmi , per i più era "Gigi", il "Dottore" tout court, persona sempre disponibile e pronta di giorno e di notte con la sua capacità professionale, l'esperienza, ma soprattutto quella sua fantastica cordialità che infondeva speranza nell'ammalato o a chi gli chiedeva un consiglio, un aiuto, un po' di conforto. Le moltissime persone che ha curato, consigliato, aiutato anche concretamente, lo ricordano certamente con sincero affetto e rimpianto. Socio fondatore del nostro Sodalizio, ha sempre collaborato direttamente o indirettamente, mettendo a disposizione la sua esperienza e il suo prestigio. Nella mia mente appare adesso la figura di un insostituibile collaboratore, carissimo amico mio e della mia famiglia: il maestro Luigi Bozzoli, che voglio ricordare, sicuro di interpretare il pensiero di altri amici che hanno operato nel Centro Studi con me e con lui. Lui, che nei momenti di maggiore difficoltà e di sconforto, mi fu vicino con affetto e mi aiutò convincendomi a non desistere da quella che vorrei chiamare azione intrapresa, dando concretamente l'esempio, profondendo tutte le sue energie, la sua esperienza, le sue doti di organizzatore.


Massimo Toschi Presidente Centro Studi Vignola - Presentazione 1999 - 30^ Festa
Sommario 1999

Massimo Toschi Presidente Centro Studi Vignola - Presentazione 1998 - 29^ Festa
Sommario 1998

Massimo Toschi Presidente Centro Studi Vignola - Presentazione 1997 - 28^ Festa
Sommario 1997

Massimo Toschi Presidente Centro Studi Vignola - Presentazione 1996 - 27^ Festa
Sommario 1996

Massimo Toschi Presidente Centro Studi Vignola - Presentazione 1995 - 26^ Festa
Sommario 1995

Toschi Vignola - 50 Anni 1945-1995 Allegato all'annuario 1995

Massimo Toschi Presidente Centro Studi Vignola - Presentazione 1994 - 25^ Festa
Sommario 1994

Massimo Toschi Presidente Centro Studi Vignola - Presentazione 1993 - 24^ Festa
Sommario 1993

Massimo Toschi Presidente Centro Studi Vignola - Presentazione 1992 - 23^ Festa
Sommario 1992

Massimo Toschi Presidente Centro Studi Vignola - Presentazione 1991 - 22^ Festa
Sommario 1991
Inserto N° 1 alla 22^Festa dei Ciliegi in Fiore
Inserto N° 2 alla 22^Festa dei Ciliegi in Fiore
Inserto N° 3 alla 22^Festa dei Ciliegi in Fiore