TONI LUCA - PREMIO CILIEGIA D'ORO 2006
Istituito nel 1981 e patrocinato dalla Toschi Vignola, viene assegnato ogni anno nell'ambito della
Festa dei Ciliegi in Fiore
ad un personaggio di origini emiliano-modenesi, che si sia distinto in campo nazionale nel settore sociale, culturale, industriale, sportivo e umanitario.
ANNO
NOMINATIVO
SETTORE
2006
TONI LUCA
SPORT


Il Premio Ciliegia d'Oro, assegnato dal Centro Studi fin dal 1982, sostenuto e sponsorizzato dalla Ditta Toschi Vignola, è stato attribuito per l'anno 2006 al calciatore Luca Toni.La Giuria ha inteso premiare i risultati veramente notevoli raggiunti dall'atleta pavullese nella sua brillante carriera (capocannoniere del Campionato di Serie A nella stagione 2005/2006; primo modenese ad essere incoronato Campione del Mondo), ma ha voluto soprattutto riconoscere in lui una esemplare figura di uomo e di sportivo.
Nato a Pavullo nel Frignano il 26 maggio 1977, Luca Toni ha iniziato la sua carriera professionistica - in Serie C - nella stagione 1994-95 nel Modena, passando succes­ sivamente in diverse altre squadre, fino all'esor­ dio in Serie A, il 1° ottobre 2000, contro il Milan, tra le file del Vicenza. I 9 gol segnati quell'anno da Toni non evitarono comunque la retrocessione alla squadra veneta. Dopo due anni col Brescia, fu acquistato dal Palermo, accettando coraggiosamente questa proposta che comportava un abbassamento di categoria; fu comunque una scelta premiante, perché divenne capocannoniere del campionato cadetto nella stagione 2003-2004, con 30 gol in 45 gare.
Nel luglio del 2005 fu ingaggiato dalla Fiorenti­ na per 10 milioni di Euro, conquistando il record assoluto di reti segnate in una stagione da un gio­ catore della squadra toscana, con 31 reti (contro le 26 di Kurt Hamrin e Gabriel Ornar Batistuta). Al termine del Campionato, gli fu assegnato il Premio "Scarpa d'Oro" europeo, primo giocatore italiano a vincere tale trofeo.
Intanto, il 18 agosto 2004 aveva disputato la sua prima gara in Nazionale, nella partita persa con­ tro l'Islanda per 2-0, mettendo a segno la sua prima rete con la maglia azzurra nel successivo match disputato il 4 novembre a Palermo contro la Norvegia.
All'attenzione del grande pubblico si impose nel settembre 2005, quando segnò una tripletta nella partita di qualificazione al mondiale di Germania 2006 contro la Bielorussia a Minsk, terminata 4-1 per l'Italia: è il primo giocatore della Fiorentina a segnare tre gol in una sola partita della Nazionale italiana.
Nel maggio 2006 viene convocato per i mondiali di Germania e con le due reti contro l'Ucraina permette all'Italia l'ingresso alla semifinale contro la Germania. Al termine del Campionato del Mondo, vinto dall'Italia grazie anche al suo prezioso contributo, Toni viene inserito nella squadra Ali Star Team dei 23 migliori giocatori del mondiale.