2007 Antologia del Concorso Internazionale di Poesia Città di Vignola


Presentazioni dell'Antologia 2007

“La vera poesia può comunicare anche prima di essere capita”. Questo diceva Thomas Stearns Eliot. Ed è in questa citazione che si ritrova il senso più vero e bello della poesia: la capacità di parlare alla nostra sfera emozionale, di arrivare diretta, senza filtri razionali, senza mediazione dei nostri sensi. Per questo il Concorso Internazionale di Poesia diventa importante: per diffondere il linguaggio poetico e per farci scoprire che non è così lontano dalla nostra vita quotidiana, come spesso erroneamente si crede.La poesia è emozione pura, è la capacità di trasmettere frammenti di vita attraverso le parole. Parole che spesso giocano tra di loro, si divertono a confondere chi legge, permettono di costruire metafore, similitudini ed alliterazioni. Il tema che è stato scelto per la Sezione B del Concorso è “L'attimo fuggente” e qual è il modo migliore di raccontarlo se non attraverso la poesia? Grazie al linguaggio poetico si viaggia nel passato, si raccontano i ricordi, si valorizza la memoria di attimi che fuggono e che vanno vissuti al massimo. La bellezza del Concorso sta nel dare la possibilità a tante persone di raccontarsi in versi, anche ragazzi giovani che dimostrano quanto la poesia possa essere ancora un linguaggio attuale per descrivere il nostro mondo. E' proprio per l'importanza della poesia come strumento di condivisione e comprensione della realtà, che l'Unione Terre di Castelli negli ultimi anni ha svolto importanti attività culturali come il PoesiaFestival e Poesie in Corso. E credo sia assolutamente opportuno proseguire in questa direzione. Vorrei infine ringraziare il Centro Studi di Vignola e gli autori delle poesie, che hanno voluto condividere con noi i versi che raccontano aspetti intimi delle loro vite.

A questo punto non mi resta che augurarvi buona lettura, alla scoperta di queste belle ed originali composizioni.

Bertoni Romina
Assessore Cultura Città di Vignola


Quando tre anni fa abbiamo inaugurato la prima edizione del Concorso Nazionale di Poesia “Città di Vignola”, non immaginavamo che avrebbe avuto un così vasto riscontro da parte degli autori e del pubblico. E' con soddisfazione, quindi , che anche quest'anno ho l'onore di presentare il volume che raccoglie alcune delle più significative opere pervenuteci. Vorrei sottolineare che la poesia, oggi, sta attraversando un momento particolarmente felice. Come dimostra il successo della “Divina Commedia”, recitata davanti a milioni di telespettatori, e il moltiplicarsi di inizative a livello locale,come il “Poesia Festival”,organizzato dall'Unione Terre di Castelli a cui questo concorso si è ispirato. Credo che la riscoperta del messaggio poetico, per la sua particolare connotazione ed il legame con il patrimonio culturale e semantico della lingua italiana, nasca dall'esigenza dell'uomo del nostro tempo, di riappropriarsi delle proprie radici. Nessun anacronismo, quindi, ma una necessità di tanti giovani , e meno giovani, che affidano alle parole il difficile compito di rendere testimonianza del proprio mondo interiore. Poesia, significa ricerca, indagine, introspezione, ma anche libertà e consapevolezza di sé. Significa soprattutto “comunicare” sentimenti, sensazioni, immagini che hanno un carattere di universalità. Su questo dobbiamo riflettere, su come la poesia abbia la capacità di farci sentire meno soli e molto più “uomini”. Un concorso di poesia è quindi un modo per confrontarci, stimolando la creatività, ma è soprattutto un'occasione di incontro e di scambio di piccoli e grandi pensieri che, se non fossero divenuti “poesia”, sarebbero rimasti nascosti e inespressi. Grazie, dunque, a tutti coloro che, così numerosi, hanno aderito alla nostra iniziativa ed un incoraggiamento a continuare a scrivere versi. Anche se il vincitore è uno solo, chi vince, in queste occasioni, è la poesia. Un grazie infine a tutti coloro, che con competenza e con cura hanno esaminato i componimenti : la coordinatrice artistica Gabriella Manzini, il Comitato Organizzativo i componenti della Giuria.

Il Presidente del Centro Studi Vignola

Massimo Toschi


La Giuria del Concorso Internazionale di Poesia "Città di Vignola" Edizione 2007

Alessandra Aureli, Docente Scuole Superiori
Romina Bertoni, Assessore Cultura Città di Vignola
Gabriele Burzacchini, Direttore Dipartimento di Filologia Classica e
Medievale Università degli Studi di Parma
Antonia Del Sanbro, Giornalista specializzata - Critico Letterario
Gabriella Manzini, Poetessa -Impiegata
Emilio Rentocchini, Docente - Poeta
Renata Ricci, Docente Scuole Superiori
Gianluca Violi, Studente Scuole Superiori

Presidente onorario
Massimo Toschi, Presidente del Centro Studi Vignola

Ideatrice, coordinatrice artistica del Concorso
Gabriella Manzini

Coordinatore tecnico del Concorso
Adriano Fornacciari , Segretario del Centro Studi Vignola

Antologia pubblicata dal Gruppo Redazionale del
Centro Studi Vignola
col contributo di Unione Terre Di Castelli
A cura di Alfio Fabbri

Regioni di provenienza
n. autori
% sul totale
Piemonte
10
3,25
Lombardia
33
10,71
Veneto
21
6,82
Trentino A.A.
4
1,30
Friuli
5
1,62
Liguria
5
1,62
Emilia *
103
33,44
Toscana
22
7,14
Marche
10
3,25
Umbria
5
1,62
Lazio
35
11,36
Abruzzo
8
2,60
Molise
1
0,32
Campania
14
4,55
Puglie
9
2,92
Basilicata
1
0,32
Calabria
7
2,27
Sicilia
13
4,22
Sardegna
1
0,32
ESTERO
1
0,32

CONCORSO INTERNAZIONALE DI POESIA CITTA' DI VIGNOLA